Applicazioni

<img style="”float:" right;” src="”https://www.recastsoftware.com/wp-content/uploads/2021/10/Recast-Logo-Dark_Horizontal.svg”" alt="&quot;Immagine&quot;" height="”43″" width="”150″">

Applicazioni

Le applicazioni in Configuration Manager sono state introdotte in ConfigMgr 2012. Con esso, un nuovo identificatore di contenuto. Prima di questo, tutto aveva un PackageID, di cui potevi tenere traccia della sua fonte di contenuto, ma con le app non era così.

MS Docs

https://docs.microsoft.com/en-us/mem/configmgr/apps/get-started/create-and-deploy-an-application

Contenuto

Applicazioni 01

Il Contenuto è unico per Application DT sull'Applicazione. Si aggiorna tutto ogni volta che cambi il contenuto dell'app.

Ho appena "aggiornato il contenuto" su entrambi i DT dell'applicazione
Applicazioni 02

I Content ID sono cambiati. Questo piccolo fatto rende piuttosto difficile il monitoraggio del contenuto dell'applicazione nella cache sugli endpoint.

L'esecuzione di questo codice PowerShell genererà tutte le applicazioni con contenuto nella cache.

Cache CCM sul client

$CMObject = New-Object -ComObject 'UIResource.UIResourceMgr' $CMCacheObjects = $CMObject.GetCacheInfo() $CIModel = Get-CimInstance -Namespace root/ccm/CIModels -ClassName CCM_AppDeliveryTypeSynclet $CCMacheAppsGetCache. Oggetto dove {$_.ContentId -match "Contenuto"}
[RECAST-04]: PS C:UsersCMAdminDocuments> $CMObject = New-Object -ComObject 'UIResource.UIResourceMgr' $CMCacheObjects = $CMObject.GetCacheInfo() $CIMord = Get-CimInstance -Namespace root/ccm2CMCchelesObjectsTPTCTP2Cacheles -ClassName =TCTPApplet 1TPMCache () | Where-Object {$_.ContentId -match "Content"} [RECAST-04]: PS C:UsersCMAdminDocuments> $CCMCacheApps ContentId: Content_a2811030-8ca1-43cd-b5c0-dd386a437b08 ContentVersion: 1 Località: C:WINDOWSccmcachet 2020 15:08:52 ReferenceCount : 0 ContentSize : 2482072 CacheElementId : {0DCBCF2A-7D3F-40F0-AA48-F79962ECE1D8} ContentId : Content_2450c47d-de3b-4fd6-bfae-b940189efefd ContentVersion : 10DOWSTimeReference: 1 Location /2020 7:39:46 PM ReferenceCount : 0 ContentSize : 819 CacheElementId : {24A7B509-DB72-460F-A81B-31353D9F59CE} ContentId : Content_2c0204fc-508f-4ec8-aef1-80876b6b548a ContentVersion :vDOWSmcTime: 1 Last Location : 23/2020 16:11:34 ReferenceCount : 0 ContentSize : 60 CacheElementId : {1C0DA068-70AD-4086-B731-9EA0BAC0F956} ContentId : Content_89764dcf-1a3c-4488-bdab-a8bc746b2e58 ContentVersion: C:Timeccmccc: 1 LocationReference /9/2020 19:34:37 ReferenceCount : 0 C ontentSize : 996 CacheElementId : {CFCF507E-1C09-4562-9DF5-C8CDA5E85258}

Ora, a questo punto, dovresti cercare il ContentId controllando la tua console ... o fare alcune fantasiose query WMI per trovare potenzialmente una corrispondenza.

Script per raccogliere un po' più di informazioni tramite PowerShell su GitHub

Risultati:

AppDeliveryTypeId : ScopeId_7520050B-F9BC-452E-AD92-210A44FC8FDE/DeploymentType_019cc3d9-e441-4abe-9978-963945e6f6d9 AppDeliveryTypeName : Microsoft 365 ContentVersion : 1 LastReferenceTime08 : 52 PM ContentI3/20201-31 b5c0-dd386a437b08 Posizione : C: WINDOWSccmcachet ContentSize : 2482072 AppDeliveryTypeId : ScopeId_7520050B-F9BC-452E-AD92-210A44FC8FDE/DeploymentType_1e4bea6b-c3df-4e6c-c3df-4e6c-9446/2020WMIExplorer 7DeliveryType:26359/1-8e LastRe319 Content: PM ContentId : Content_2450c47d-de3b-4fd6-bfae-b940189efefd Location : C:WINDOWSccmcache3 ContentSize : 819 AppDeliveryTypeId : ScopeId_7520050B-F9BC-452E-AD92-210A44FC8FDE/DeploymentTipo -tp-41-fdli-41-fdeveryaf-41-f-f2p3651 Office Enterprise Channel ContentVersion : 1 LastReferenceTime : 23/10/2020 16:11:34 ContentId : Content_2c0204fc-508f-4ec8-aef1-80876b6b548a Location : C:WINDOWSccmcachev ContentSize : 60 A ppDeliveryTypeId : ScopeId_7520050B-F9BC-452E-AD92-210A44FC8FDE/DeploymentType_a41e39c2-f926-4d5f-9178-8bf2ec8f13f2 AppDeliveryTypeName : Soluzione password amministratore locale - Windows Installer (file *.msi) ContentReVersion : 109/34: LastReferenceTime: 1 37 PM ContentId: Content_89764dcf-1a3c-4488-bdab-a8bc746b2e58 Posizione: C:WINDOWSccmcache1 ContentSize: 996

Da questi risultati, lo script associa il Content ID a un tipo di distribuzione dell'applicazione.

<div class="”NOTE" alert alert-note”><h5>NOTA</h5><p><p>Non troverai sempre una corrispondenza dalla cache a un AppDT. Se hai aggiornato l&#039;applicazione, il Content ID cambia. Potrebbero esserci applicazioni meno recenti nella tua ccmcache che hanno un nuovo ID contenuto in CM perché hai aggiornato il contenuto. Non avresti una corrispondenza su quelli.</p>
</p></div>
> L'altro motivo per cui potresti non ottenere una corrispondenza è se hai un'applicazione nella cache per un elemento di riferimento che non è distribuito direttamente sulla macchina.

Applicazioni pre-cache

Se vuoi pre-memorizzare un'applicazione su un dispositivo, ci sono alcuni modi per farlo.

  • Distribuzione richiesta dell'applicazione. In questo modo i client inizieranno a scaricare il contenuto una volta che la distribuzione sarà disponibile.
  • Sequenza di attività: aggiungi un passaggio "Installa applicazione" aggiungi le applicazioni:
    Applicazioni 03 Imposta le condizioni delle opzioni su una variabile e un valore che non sarà MAI vero, quindi questo passaggio verrà SEMPRE SALTO.
    Applicazioni 04

    • Distribuzione disponibile di una sequenza di attività con l'applicazione

      • Casella di controllo sulla distribuzione "Pre-scarica contenuto per questa sequenza di attività" Applicazioni 05
    • Distribuzione disponibile o richiesta di una sequenza di attività con l'applicazione

      • Impostare l'opzione di distribuzione su "Scarica tutto il contenuto in locale prima di avviare la sequenza di attività. Applicazioni 06

Se segui queste cose, l'applicazione verrà memorizzata nella cache su un dispositivo prima di essere installata. Ciò è utile se si dispone di applicazioni specifiche che si desidera memorizzare nella cache dei dispositivi in modo che quando gli utenti effettuano l'installazione tramite software center, il contenuto è già stato scaricato o se si stanno aggiornando le applicazioni tramite una sequenza di attività o anche la normale distribuzione richiesta , assicura che il contenuto sia già scaricato in anticipo, così quando arriva la scadenza o viene avviata la sequenza di attività, non dovrai aspettare il contenuto.

<div class="”NOTE" alert alert-note”><h5>NOTA</h5><p><p>Questo pre-memorizzerà nella cache tutte quelle applicazioni nella sequenza di attività, anche se non è necessario. Tutti gli elementi a cui si fa riferimento in una sequenza di attività verranno memorizzati nella cache.</p>
</p></div>

Circa Recast Software
1 organizzazione su 3 che utilizza Microsoft Configuration Manager si affida a Right Click Tools per far emergere le vulnerabilità e rimediare più rapidamente che mai.
Scarica strumenti gratuiti
Richiedi prezzi

Scopri come Right Click Tools sta cambiando il modo in cui vengono gestiti i sistemi.

Aumenta immediatamente la produttività con la nostra Community Edition limitata e gratuita.

Inizia oggi con Right Click Tools:

Supporto

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Contatti

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Inviando questo modulo, comprendi che Recast Software può elaborare i tuoi dati come descritto nel Recast Software politica sulla riservatezza.

it_ITItalian