Punti salienti dell'influencer della comunità Recast di ConfigMgr - Maurice Daly

In questa seconda puntata dei momenti salienti della nostra community ConfigMgr, ho avuto l'opportunità di avere l'MVP Maurice Daly (@modaly_it) partecipare. Conosco Maurice da molti anni ormai, poiché uno dei miei progetti presso la mia ex azienda stava iniziando a incrociarsi con un progetto che Maurice stava appena rilasciando le versioni iniziali. Entrambi volevamo contattare il BIOS e i driver forniti dal fornitore, scaricarli e utilizzarli nel nostro ambiente, ma in modo automatizzato con PowerShell. All'epoca, volevo eseguire lo script sull'endpoint durante l'OSD e applicare BIOS e driver direttamente dal sito Web del fornitore alle macchine. Maurice stava creando una soluzione un po' più raffinata, in cui avresti scaricato i file del fornitore nella posizione di origine e costruito i nostri pacchetti CM per supportarli.

Grazie agli sforzi di Maurice nel contattare i fornitori e convincerli a pubblicare i loro cataloghi in formati leggibili dalla macchina, molte cose sono ora possibili per quegli scripter che non erano solo anni fa. E se segui Maurice su Twitter, lo vedrai chiamare i fornitori quando pubblicano cataloghi difettosi e convincere i fornitori a migliorare i propri processi. Se non fosse stato per Maurice a spingere gli OEM a creare e mantenere questi cataloghi, molte delle cose che ho creato personalmente per lavoro non esisterebbero.

Non sono sicuro di quanti download dei suoi strumenti ci siano, ma immagino che sia piuttosto alto. Ha adottato un processo difficile e lo ha semplificato, aiutando gli amministratori ovunque a prendere il controllo dei driver e del BIOS e consentendo a tutti di farlo attraverso un'interfaccia semplice e facile da usare.

A livello personale, Maurice è un ragazzo eccezionale. Abbiamo avuto diverse interazioni tramite Twitter nel corso degli anni e ci siamo incontrati di persona in gruppi di utenti e MMS, è sempre un vero piacere chattare e uscire.

L'intervista:

———————————-

Qual è stata la tua spinta per creare il Strumento di automazione del driver, c'erano modifiche personali, professionali o di altro tipo dietro?

Lo sviluppo dello script che alla fine è diventato lo "Strumento di automazione del driver" è stato solo qualcosa che è iniziato come un obiettivo personale per me all'interno del mio ruolo di amministratore di sistema. All'epoca gestivo una proprietà di diverse centinaia di macchine, piuttosto piccola nel grande schema delle cose, ma avevo l'obiettivo di mantenere le macchine client aggiornate con gli ultimi driver e versioni del BIOS. Suppongo che questo obiettivo derivi da quando lavoravo con un OEM e scoprivo che semplicemente distribuire e ignorare questi aggiornamenti era qualcosa che poteva portare all'instabilità e causarmi un mal di testa più grande lungo la linea. Il monotono ciclo mensile di download, importazione, distribuzione e distribuzione di questi aggiornamenti è diventato un po' un lavoro ingrato. All'epoca stavo anche iniziando a giocare con gli script di PowerShell, quindi ho pensato di esaminare come automatizzare parte di questo processo a mio vantaggio. Inizialmente ho scoperto che potevo analizzare siti Web, ottenere collegamenti e automatizzare il processo di download, che pensavo fosse un buon inizio, ma volevo andare oltre. Aggiungendo sempre più righe di codice, sono stato quindi in grado di automatizzare il processo di importazione dei pacchetti e di distribuirli ai DP, il che è stato sorprendente all'epoca. Ora potrei semplicemente dare il via a uno script e tornare la mattina dopo a un nuovo set di driver per tutti i modelli nel nostro ambiente. Per me è stato un traguardo personale straordinario. Avevo creato qualcosa che mi faceva risparmiare tempo, permettendomi di concentrare i miei sforzi su altre cose. A questo punto era il momento di pubblicare il codice in modo che le persone potessero usarlo.

La creazione di uno "Strumento per la community" era un obiettivo?

Ad essere onesti, inizialmente no, volevo solo condividere quello che avevo fatto. Poi questa cosa si è fatta crescere le gambe da sola. Ho pubblicato la soluzione iniziale basata sulla riga di comando online sull'ormai tristemente defunto TechNet Microsoft, e subito dopo ha iniziato a ottenere un bel po' di trazione, ma ho pensato che la soluzione basata su script potrebbe non essere per tutti se questo fosse diventato qualcosa che tutti potrebbero usare. Ammettiamolo, la maggior parte di noi è stata costretta ad allontanarsi dalla riga di comando all'interfaccia utente nella nostra carriera e, se fai parte di quella generazione di ingegneri, essere costretti a tornare alla riga di comando tramite PowerShell era qualcosa che molti non volevano abbracciare. Ho iniziato a convertire il codice in un'interfaccia utente e alla fine ho pubblicato la prima versione che ho chiamato "Dell Driver Tool". Pubblicare questo su TechNet ha generato molto traffico, infatti nel giro di un paio di giorni sono stato contattato da Warren Byle (@WarrenByle) in Dell, chiedendo gentilmente se il logo Dell potesse essere rimosso dall'interfaccia utente poiché avevano ricevuto chiamate su come utilizzare lo strumento. Non volendo invocare problemi legali, mi sono reso MOLTO rapidamente obbligato. Il passo successivo è stato supportare più OEM, quindi tramite Twitter ho iniziato a creare elenchi di contatti che lavoravano all'interno di queste grandi aziende ma erano così disposti ad aiutare. Questi includono Nathan Kofahl (@nkofahl) di HP, Joe Parker (@joe_lenovo) di Lenovo, e Carl Luberti (@CarlLuberti) da Microsoft. Nel corso degli anni è cambiato da diversi strumenti OEM separati, a uno tutto compreso oggi, e ho imparato molto durante il processo. Certo, se dovessi ricominciare da capo, scriverei molto del codice in modo diverso, ma fa il suo lavoro e nel corso degli anni mi sono allontanato dall'analisi dei siti Web (grazie Gary Blok per avermi dato quella spinta), ho aggiunto sempre più caratteristiche, e cerco sempre di affinarlo (quando il tempo lo permette visto un lavoro e una vita familiare sempre più impegnativi)

Qual è la caratteristica dello strumento di cui sei più orgoglioso?

Per me non sono state tanto le funzionalità all'interno dello strumento di cui sono orgoglioso, OK, sono orgoglioso di molti elementi dell'interfaccia utente in quanto ciò ha richiesto tempo, ma per me è il fatto che lo sviluppo dello strumento ha portato allo sviluppo dell'OEM Cataloghi XML che inizialmente erano utilizzati all'interno dello strumento e ora vengono utilizzati all'interno dei propri set di prodotti. Per me è sorprendente che il contributo della comunità possa guidare lo sviluppo di strumenti che estendono quindi le capacità di Configuration Manager e altri prodotti.

In che modo gli altri membri della community ti hanno influenzato e ti hanno aiutato ad aggiungere più funzionalità?

Quando ho iniziato osservando le persone della comunità online Configuration Manager, la maggior parte delle quali stava accadendo su Twitter, ho scoperto un elenco strabiliante di persone che stavano mettendo insieme soluzioni per aiutare ad automatizzare le cose. Individui come Kim Oppalfens (@TheWMIGuy), Mike Terrill (@miketerrill) e Johan Arwidmark (@jarwidmark) stavano mettendo giù soluzioni che stavo iniziando a consumare. Lo strumento ha davvero dato il suo meglio quando mi sono unito a Nickolaj Andersen (@NickolajA) e abbiamo iniziato a creare una soluzione basata su script di distribuzione con un back-end di servizi Web, creando in modo efficace un processo di automazione end-to-end costituito da una singola riga all'interno della sequenza di attività. Sono sicuro che Nickolaj sarebbe d'accordo con me sul fatto che non abbiamo mai avuto intenzione di consumare così tante ore nel corso degli anni, ma è stato qualcosa che ci ha appassionato per la comunità.

Ci sono sviluppi all'orizzonte che puoi condividere?

Recentemente gli script di distribuzione sono stati riscritti per supportare il AdminService, e ci sono state un sacco di aggiunte per le opzioni di compressione. L'unica cosa su cui mi concentrerò per la prossima versione è il porting della soluzione su Intune e l'esame dell'elenco delle richieste di funzionalità che si stanno accumulando su GitHub. Tuttavia, vedo un punto in cui gran parte di ciò che è stato fatto in quest'intera area diventa una funzione più nativa, questo potrebbe richiedere del tempo ed è bello vedere i white paper che escono su come potrebbe apparire dagli OEM. Fino ad allora continuerò a pubblicare aggiornamenti e supportare coloro che utilizzano la soluzione.

Qualche pensiero o commento finale?

Devo dire un enorme grazie a tutti coloro che hanno contribuito nel corso degli anni. Credo che la community online dei gestori di configurazione sia piuttosto unica, poiché siamo tutti disposti a condividere idee, soluzioni e ad aiutare coloro che in Microsoft sviluppano il prodotto che amiamo.

———————————-

Come menziona Maurice, questa è una comunità unica di cui far parte, così disponibile, disposta a condividere e che vuole sinceramente aiutarsi a vicenda. Ho aggiunto i nomi di Twitter alle persone che hanno lasciato cadere il nome di Maurice, e se non li segui già, dovresti farlo subito dopo aver finito di leggere questo. Grazie Maurice per aver dedicato del tempo a rispondere ad alcune domande e fornire uno sguardo su come sono nati alcuni dei nostri strumenti preferiti.

-Gary Blok

?

Scopri come Right Click Tools sta cambiando il modo in cui vengono gestiti i sistemi.

Aumenta immediatamente la produttività con la nostra Community Edition limitata e gratuita.

Inizia oggi con Right Click Tools:

Supporto

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Contatti

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Inviando questo modulo, comprendi che Recast Software può elaborare i tuoi dati come descritto nel Recast Software politica sulla riservatezza.

it_ITItalian